FAQ

L’ice Trophy è una manifestazione competitiva per moto chiodate su piste con fondo ghiacciato.

Le gare dell’ICE Trophy si svolgeranno su piste con fondo ghiacciato. I tracciati, con diverse caratteristiche l’uno dall’altro, alterneranno curve, rettifili ed eventuali chicanes. Le piste saranno prevalentemente pianeggianti. Lungo la pista non ci saranno salti.

No, l’ICE trophy si svolgerà su piste con diverse conformazioni comprendenti rettifili, curve lente, curve veloci, chicanes

Le piste ghiacciate che ospiteranno l’ICE Trophy 2020-2021 saranno, per la Valle d’Aosta, la Pista Ghiaccio La Rosière di Crevacol/Saint-Rhémy-en-Bosses e la Pista Ice Kart di Breuil-Cervinia mentre per il Piemonte la Pista ghiaccio Ice-Pragelato di Pragelato. Le location individuate potrebbero subire variazioni e/o aggiungersi ulteriori circuiti.

L’organizzazione ha previsto 4 giornate di gara sulle 3 piste individuate. Una pista ospiterà 2 gare ma, il secondo appuntamento, sarà in modalità “reverse”.

Vuol dire che il circuito verrà percorso con senso di rotazione inverso rispetto a quello normalmente utilizzato.

L’Ice Day è una giornata di provere libere e test dedicata sia ai piloti iscritti all’Ice Trophy, sia a coloro che non lo sono ma vogliono provare a cimentarsi nella guida su ghiaccio oppure vogliono confrontarsi con i campioni della specialità al di fuori di una gara ufficiale.

Nella giornata dell’Ice Day sarà possibile iscriversi ad un corso di guida sportiva su ghiaccio tenuto da tecnici federali. Per chi lo desiderasse, è in fase di definizione un accordo che prevede anche il noleggio della moto.

Certamente! L’ICE Trophy è una manifestazione aperta a tutti i tesserati Italiani e stranieri.

Normalmente una moto chiodata sul ghiaccio ha più tenuta di una moto tassellata su terra. Vedrete che sarà molto più facile di quello che potete immaginare. Vi basteranno pochi giri di prova per “rompere il ghiaccio” con questa nuova disciplina e scoprirvi da subito veloci.

No, la formula dell’ICE Trophy prevede delle gare a cronometro con gruppi di piloti (il numero dei componenti varia in base alla lunghezza della pista) e partenza data ad intervalli variabili a discrezione del Direttore di Gara.

Dopo la chiusura delle iscrizioni, la direzione di gara stabilirà le differenti batterie dentro le quali saranno inseriti i piloti che scenderanno in pista per le prove libere (facoltative) e le successive prove di qualificazione (obbligatorie), dandone comunicazione mediante esposizione dei documenti nella bacheca di gara e, ove possibile, tramite speakeraggio e sito internet/profili social.

La scelta dei gruppi iniziali, effettuata dalla DG, è insindacabile e, per i piloti che avranno già preso parte ad altre prove dell’Ice trophy, terrà conto dei risultati delle gare pregresse. Per coloro che parteciperanno alla manifestazione per la prima volta si terranno in considerazione il tipo di moto, la cilindrata e l’eventuale livello del pilota nella disciplina motociclistica di provenienza. E’ facoltà della DG, in caso di evidenti differenze di prestazione emerse durante il turno di prove libere, apportare delle modifiche ai gruppi, dandone diretta comunicazione ai piloti interessati. Questo al fine di non penalizzare o falsare la prestazione del pilota durante le prove di qualificazione.

I tempi fatti registrare da ciascun partecipante nelle prove di qualificazione (verrà considerato per ognuno il miglior tempo sul giro) serviranno per stabilire le batterie di piloti che si confronteranno sul tracciato nelle 3 successive sfide: Race 1, Race 2 e Fast Race. Le batterie, create in base alla classifica assoluta, non varieranno fino al termine della giornata salvo per evidenti motivi di tempi sul giro in gara, ma sempre a discrezione della DG. Le classifiche stilate dopo le prove cronometrate saranno: una assoluta (utilizzata per stabilire le batterie accorpando i piloti che avranno tempi sul giro simili) ed una per ogni categoria.

A titolo esemplificativo, la composizione della batterie e l’ordine di partenza a seguito delle qualifiche avverrà in questo modo:
Su ipotetici 15 piloti classificati nelle prove cronometrate:

Batteria n.1:
1° pilota a partire – 11° classificato
2° pilota a partire – 12° classificato
3° pilota a partire – 13° classificato
4° pilota a partire – 14° classificato
5° pilota a partire – 15° classificato (pilota più lento nelle qualifiche)

Batteria n.2:
1° pilota a partire –  6° classificato
2° pilota a partire – 7° classificato
3° pilota a partire – 8° classificato
4° pilota a partire – 9° classificato
5° pilota a partire – 10° classificato

Batteria n.3:
1° pilota a partire –  1° classificato (pilota più veloce nelle qualifiche)
2° pilota a partire – 2° classificato
3° pilota a partire – 3° classificato
4° pilota a partire – 4° classificato
5° pilota a partire – 5° classificato

Alla fine di ognuna delle 3 gare si stileranno le classifiche assolute e di categoria accorpando i tempi delle differenti batterie per ottenere un ordine di arrivo simile a quello di una gara con partenza in linea.
Le classifiche della manifestazione saranno stilate sommando i punteggi ottenuti dai piloti in ogni singola manche di gara in base all’ordine di arrivo e dividendo per 3 il risultato.

In base alla posizione i punteggi attribuiti saranno:
1° Classificato 25 Punti
2° Classificato 20 Punti
3° Classificato 16 Punti
4° Classificato 13 Punti
5° Classificato 11 Punti
6° Classificato 10 Punti
7° Classificato 9 Punti
8° Classificato 8 Punti
9° Classificato 7 Punti
10° Classificato 6 Punti
11° Classificato 5 Punti
12° Classificato 4 Punti
13° Classificato 3 Punti
14° Classificato 2 Punti
15° Classificato 1 Punti

A titolo esemplificativo, ai fini del calcolo della classifica provvisoria di giornata, si procederà come segue: un ipotetico pilota che avesse vinto Race 1 (25p.ti), fatto 9° in Race 2 (7 p.ti) e chiuso al 4° posto (13 p.ti) la Fast Race, in classifica finale provvisoria di giornata avrà: (25+7+13)/3=45/3= 15 punti.

I primi 2 piloti di ogni categoria, nella classifica finale provvisoria, ovvero coloro che avranno conseguito il maggior punteggio, si sfideranno in un testa a testa ad inseguimento composto da due manche (la prima con il pilota temporaneamente secondo classificato che partirà davanti e la seconda con l’inversione dei piloti. In caso di vittoria di una manche a testa, l’ordine di partenza della terza manche verrà deciso dal pilota che temporaneamente occupa la prima posizione in classifica). Assegnati i primi due posti con questa modalità, i punteggi delle posizioni a seguire, già stabilite dalle 3 gare precedenti, saranno rimodulati secondo il punteggio relativo alla posizione conseguita.

N.B.: qualora le condizioni del fondo ghiacciato non consentissero di proseguire con sicurezza nelle fasi di testa a testa finale, la prima e la seconda posizione saranno anch’esse assegnate come da classifica dopo le 3 gare. 

Nel caso un pilota non riesca a prendere il via nelle libere non ci saranno conseguenze trattandosi di un turno facoltativo.

Nel caso un pilota non riesca a concludere nemmeno un giro utile al fine del rilevamento cronometrico, sarà considerato come non partito e non potrà accedere alle successive fasi di gara.

No, ogni gara ha classifica a se. Vorrà dire che se per qualunque motivo un pilota non si presenti alla partenza o non concluda una delle tre Race, prenderà 0 punti in quella specifica gara ma potrà partecipare alle altre. Dello zero si terrà conto nel calcolo della media del punteggio ottenuto alla fine delle 3 prove.

Per ogni giornata di gara, in base alla lunghezza del tracciato, ai tempi di percorrenza ed alle condizioni del fondo ghiacciato, la DG comunicherà la durata delle prove (in minuti) e quella delle gare (in giri). Per quanto concerne la gara, sarà segnalato al pilota soltanto l’inizio dell’ultimo giro.

A livello di punteggio nessuna, ognuna assegna i punti come una gara a se stante. A livelllo di durata invece, Race 1 e Race 2 sono uguali e più lunghe della Fast Race che è volutamente di breve durata (normalmente 2/3 giri) per consentire ai piloti di mantenere ritmi sul giro più sostenuti.

Affinché una categoria sia ritenuta valida, dovranno essere presenti almeno 4 iscritti. Nel caso non si raggiungesse il numero minimo, i piloti verranno inseriti in un’altra categoria affine (ad esempio la categoria ciclomotori e scooter potrebbe essere accorpata alla categoria pit-bike)

Iscriversi è semplice. Vai alla pagina https://www.icetrophy.com/iscriviti/ e compila la richiesta.

Si, la manifestazione prevede un tetto massimo d’iscritti. Se sei interessato affrettati, non rischiare di perdere l’occasione di essere sulla griglia di partenza dell’ICE Trophy!

Il limite di età per la partecipazione alle manifestazioni è il seguente:
– Da 12 a 16 anni: motocicli con cilindrata fino a 250 cmc
– Oltre 16 anni: nessuna limitazione.
Nel caso di minorenni, il modulo d’iscrizione dovrà essere firmato da un genitore.

Sono ammessi tutti i tipi di motocicli purché dotati di gomme chiodate.

Le categorie saranno:
– Ciclomotori e scooter (Es. Ciao, Vespa, Tuboni, Scooter, Enduro, Cross, Motard, trial anche elaborati, da 50 a 100 cc 2T e 4T);
– Pit-bike, minigp;
– Moto da cross, enduro, motard, trial da 125cc a 2T e 4T dal 1991 ad oggi;
– Scrambler (i motocicli devono essere definiti “SCRAMBLER” dalle case costruttrici. In caso di grande partecipazione potrebbero essere suddivise nelle seguenti classi (a) Light – cilindrata fino a 500 – dimensione dei cerchi come da libretto – sospensioni di serie (b) Heavy – cilindrata da oltre 500 – dimensione dei cerchi come da libretto – sospensioni di serie;
– Enduro Stradali – tutte le cilindrate – dimensione di cerchi e pneumatici come da libretto escluse specialistiche da Enduro;
– Old style: i motocicli di qualsiasi specialità immatricolati nel 1990 e precedenti doppio ammortizzatore o mono ammortizzatore laterale ( es. BMW r 80 / 100 gs ) con dimensioni di cerchi e pneumatici come da libretto escluse specialistiche da Regolarità ed Enduro;
– Bici e moto elettriche;
– Quad.

A discrezione dell’Organizzatore, potranno essere inserite ulteriori sottocategorie ed ammessi anche motocicli di particolare interesse che non siano tra quelli in elenco. Affinché una categoria sia ritenuta valida dovranno essere presenti almeno 4 iscritti. Nel caso non si raggiungesse il numero minimo, i piloti verranno inseriti in un’altra categoria affine (ad esempio la categoria ciclomotori e scooter potrebbe essere accorpata alla categoria pit-bike).

Non sono ammesse moto specifiche per lo speedway su ghiaccio.
Si. I Piloti iscritti dovranno effettuare le verifiche tecniche nei termini e negli orari previsti dal Regolamento Particolare. Solo il Commissario Tecnico incaricato alle verifiche potrà, se motivato, non consentire la partecipazione alla prova ad un mezzo ritenuto non idoneo o pericoloso in quanto privo dei requisiti basilari di sicurezza.
Il limite massimo di rumorosità per tutti i motocicli impegnati in qualunque manifestazione di Ice Trophy è fissato in 113/DbA con una tolleranza a fine gara di 2 DbA. L’organizzazione deciderà se effettuare o meno questa prova.
E’ possibile installare dei paramani o dei guanti scaldamani per manubrio per la protezione dal freddo.
No. E’ obbligatorio togliere gli specchietti retrovisori o, se non possibile, vige l’obbligo di nastro telato a copertura. Per i mezzi provvisti di fari è obbligatorio applicare sulle superfici del nastro telato.
No, la competizione si svolgerà su area privata chiusa al traffico.
Per partecipare avrete bisogno soltanto di una moto o di un quad, di gomme chiodate, di abbigliamento idoneo e di una licenza FMI in corso di validità.

Sono ammesse coperture provviste di “Stud” (Vite filettata) di varie lunghezze in funzione del tipo di copertura e che abbiano una sporgenza massima di 1cm. In base ad accordi commerciali in fase di definizione potrebbe essere istituito il monochiodo con limitazione del numero di stud totali per ogni moto. Nel caso si verificasse questa situazione, l’organizzazione ne darà comunicazione con largo preavviso rispetto alla data di inizio del campionato.

Nei negozi di ricambisti auto/moto e su internet potrete trovare un’infinità di chiodi o pneumatici già chiodati. Se siete indecisi o vi servono indicazioni più specifiche su marche, tipologia e/o negozi online scriveteci a info@icetrophy.com per avere tutti i dettagli del caso. Nel caso venisse approvato il monochiodo, l’organizzazione fornirà ulteriori dettagli e modalità di acquisto dei chiodi.

Su youtube si trovano parecchi tutorial ma se ci contatti sapremo spiegarti nel dettaglio come bisogna fare.
Tenete conto che, nonostante il clima freddo, quando si è alla guida ci si scalda notevolmente. Considerate quindi un abbigliamento che vi ripari dal freddo ma senza esagerare.

Le caratteristiche, l’idoneità e l’uso corretto dell’abbigliamento e dei dispostivi di protezione individuale, sono lasciati alla piena responsabilità del conduttore, esonerando la FMI e gli Ufficiali di Gara da qualsiasi responsabilità. E’ in ogni caso obbligo del conduttore indossare paraschiena, ginocchiere e gomitiere, stivali. I Commissari di Gara hanno facoltà di effettuare verifiche nel corso di tutte le fasi della manifestazione; nel caso in cui l’abbigliamento non dovesse risultare idoneo i Commissari di Gara potranno escludere i piloti dalla manifestazione.

Il casco deve essere omologato, in perfette condizioni, indossato correttamente e sempre allacciato con l’apposito cinturino sottogola. Nessuna modifica strutturale può essere apportata allo stesso. Il casco dovrà essere integrale e dotato di visiera che andrà tenuta chiusa durante lo svolgimento della prova. Per coloro i quali utilizzeranno caschi da cross/enduro senza visiera, è fatto obbligo di indossare una mascherina a protezione degli occhi.

Il casco deve riportare al suo interno l’etichetta di omologazione. Sul casco è ammesso utilizzare qualsiasi sistema di riprese video (piccola telecamera) purché a giudizio insindacabile del Commissario di Gara, rispondano agli standard di sicurezza.  L’utilizzo di qualsiasi telecamera per riprese private deve essere autorizzata da parte dell’organizzatore dell’evento. E’ sempre consentito il montaggio di telecamere e l’effettuazione di riprese dal video service autorizzato dall’organizzazione.

Sono accettate entrambe le tipologie di abbigliamento. Dipende se vi sentite più comodi in tenuta da stradisti o fuoristradisti.

Sono ammessi Piloti in possesso di tutte le licenze Agonistiche Nazionali: Fuoristrada Amatoriale, Fuoristrada, Fuoristrada Elite, Miniyoung, velocità con estensione fuoristrada ed E-BIKE (quest’ultima utilizzabile esclusivamente per la partecipazione con bici elettriche) . E’ consentita la partecipazione di Piloti stranieri appartenenti a federazioni aderenti alla FIM Europe in possesso di licenza nazionale e relativo Nulla Osta della federazione di appartenenza.
Per chi non fosse interessato a fare una licenza annuale, è possibile inoltre richiedere la licenza Fuoristrada  One-Event, valevole esclusivamente per la giornata di gara, al costo di 25€.

I numeri di gara saranno fissi per tutta la stagione.
Ogni conduttore, all’atto della sua iscrizione al campionato, potrà scegliere il proprio numero di gara, se non precedentemente richiesto ed assegnato ad altro conduttore. Tale numero resterà fisso per tutta la stagione. Sono ammessi i numeri dallo 0 (zero) al 999 (novecentonovantanove). Non sono ammesse lettere o simboli.
Attenzione però: in caso di richiesta dello stesso numero da parte di più piloti, questi saranno assegnati secondo l’ordine cronologico di ricezione dei moduli di iscrizione.
Per i piloti che si iscriveranno come wild card alle singole prove, non si potrà garantire con certezza il pettorale con il numero richiesto.
Il pettorale sarà di proprietà del pilota. Gli verrà consegnato alla prima prova alla quale prenderà parte e dovrà custodirlo fino al termine del campionato. In caso di perdita del pettorale si applicherà una tassa di €20,00 per la fornitura di un pettorale sostitutivo. Il pettorale verrà sostituito gratuitamente in caso venisse rovinato a seguito di caduta o altri eventi verificatisi durante il corso della manifestazione.

Certamente. Dovrete iscrivervi come Team e vi alternerete alla guida del mezzo che avrete scelto.

Dipende da che tipo di iscrizione scegli e quando la fai.
ll costo dell’iscrizione al Campionato per pilota è di € 200,00.
ll costo dell’iscrizione al Campionato per Team è di € 250 (€125 a pilota).

ATTENZIONE!!!! Per tutti coloro che si iscriveranno entro domenica 13 settembre, la quota d’iscrizione al Campionato verrà integralmente rimborsata, scalandola dalle tasse federali di iscrizione alle singole gare in questo modo:
– sconto di €100,00 (€125,00 per i Team) alla seconda presenza ad una gara;
– sconto di €100,00 (€125,00 per i Team) alla terza presenza ad una gara.

Per ottenere il rimborso totale della quota di iscrizione al Campionato il pilota dovrà partecipare ad almeno 3 delle 4 gare previste.
Per ottenere il rimborso del 50% della quota d’iscrizione al campionato, il pilota dovrà partecipare ad almeno 2 delle 4 prove previste.

Le tasse federali per ogni singola prova saranno:
– € 100,00 per ogni gara in impianti di tipo B (Breuil-Cervinia e Crevacol – Saint-Rhémy-en-Bosses)
– € 150,00 per ogni gara in impianti di tipo A (Pragelato)

Si, ci si potrà iscrivere alle singole prove come wild card, non rientrando però nella classifica finale di campionato e senza garanzia di poter ricevere l’eventuale numero di pettorale richiesto ed il pacco gara.
Le tasse federali per le wild card ad ogni singola prova saranno:
– € 150,00 per ogni gara in impianti di tipo B (Breuil-Cervinia e Crevacol – Saint-Rhémy-en-Bosses)
– € 200,00 per ogni gara in impianti di tipo A (Pragelato).

Nel caso di aziende, motoclub o gruppi numerosi contattateci.

Bandiere di segnalazione
Nelle gare di Ice Trophy saranno utilizzate le seguenti bandiere:

– Verde / Tricolore Italiano: Via libera (possono essere utilizzate per dare la partenza nel caso il semaforo non funzioni o non sia presente.
– Gialla: rallentare e guidare con prudenza, vietato sorpassare.
– Rossa: batteria interrotta. Rallentare e guidare con prudenza fino a fermarsi
– Bianca (Gialla con croce Nera): segnala l’inizio dell’ultimo giro
– Bianca e Nera a scacchi: Fine batteria

Si, prima di ogni prova verrà fatto un briefing con tutti i piloti partecipanti in cui il Direttore di Gara vi spiegherà le regole da dover rispettare. I piloti hanno l’obbligo di presenziare al briefing, diversamente non potranno entrare in pista.

Al termine dell’ultima gara del Trofeo, sarà stilata la classifica generale per determinare il vincitore. La classifica finale terrà validi i 3 migliori risultati ottenuti scartando il peggiore. In caso di parità di punteggio finale si procederà nel modo seguente:

– Miglior risultato nella singola gara
– Pilota anagraficamente più giovane
– Sorteggio da parte del Coordinatore di Manifestazione alla presenza dei piloti oggetto di parità di punteggio e dal Direttore di Gara.

I punteggi per ogni categoria saranno assegnati nel seguente modo:
1° Classificato 25 Punti
2° Classificato 20 Punti
3° Classificato 16 Punti
4° Classificato 13 Punti
5° Classificato 11 Punti
6° Classificato 10 Punti
7° Classificato 9 Punti
8° Classificato 8 Punti
9° Classificato 7 Punti
10° Classificato 6 Punti
11° Classificato 5 Punti
12° Classificato 4 Punti
13° Classificato 3 Punti
14° Classificato 2 Punti
15° Classificato 1 Punto.

Gli organizzatori dell’ICE trophy vorrebbero attivare delle sessioni di prove libere, in accordo con i gestori delle piste, nella giornata antecedente alla gara. Precedentemente ad ogni appuntamento, i piloti interessati, dovranno comunicare all’organizzazione la volontà di effettuare dei turni di prove libere affinché possa essere riservato il circuito.
Inoltre, da quest’anno ci sarà a calendario un’intera giornata dedicata alle prove libere ed ai test in cui anche i piloti che non sono iscritti al campionato potranno cimentarsi nella guida su ghiaccio: l’Ice day.

Scroll to top